k.Lit, Il Festival dei Blog Letterari – Prima Tappa Microfestival in Tour: Milano

Vinodromo, Via Salasco, 21 - 20136 - Milano Tel 02/32960708

Avete iniziato a sentire nell’aria qualcosa di frizzante??

A luglio arriverà a Thiene una delle manifestazioni più importanti del panorama letterario italiano: k.Lit, il Festival dei Blog Letterari.

Per creare ancor più consapevolezza sull’importanza dell’evento lo staff organizzativo k.Lit ha messo in piedi una serie di otto incontri: il Microfestival in Tour, in cui verrà data una dimostrazione delle attività che si svolgeranno durante il Festival Thienese.

Prima tappa del Tour sarà Milano, presso l’EnotecaVinodromodi Via Salasco, 21, dove Marta Perego e Christian Mascheroni di ‘Ti racconto un libro’ (Iris Mediaset) vi inviteranno a prendere parte al programma della serata dedicato al tema: Ambiente e Società.

Vi lasciamo il programma in breve, per maggiori dettagli cliccate qui:

MICROFESTIVAL IN TOUR

Mercoledi 4 aprile, ore 19:30

c/o Vinodromo, Via Salasco, 21

Milano

TAVOLA ROTONDA

TV, carta e web: il futuro del libro

Interverranno:

Marta Perego, giornalista, Ti racconto un libro, IRIS Mediaset

Christian Mascheroni, conduttore TV, Ti racconto un libro, IRIS Mediaset

Chicca Gagliardo, giornalista e scrittrice, hounlibrointesta.style.it

Jacopo Cirillo, fondatore blog letterario, finzionimagazine.it

Barbara Sgarzi, giornalista blogger, fondatrice di Zazie, Vanity Fair

ATTIVITA’ ARTISTICA

Il fumetto

a cura della rivista satirica

E nel corso della serata ci saremo naturalmente noi di Cantina La Costa per offrirvi il nostro Prosecco Brut Bio, da Uve a Coltivazione Biologica Certificata.

Se volete in attesa iniziare a conoscere il nostro spumante, clikkate sull’etichetta qui sotto per leggere la scheda tecnica di degustazione

Vi aspettiamo!

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
Annunci

Una ricetta pasquale: Torta Sbrisolona al Mais Marano, accompagnata al Prosecco Bio La Costa

Sbrisolona al Mais Marano, accompagnata al Prosecco Bio La Costa

La Pasqua si sta avvicinando e vorrei proporvi una ricetta che ben si abbina a questo periodo: la torta Sbrisolona.

In realtà questo dolce lo si trova in ogni periodo dell’anno. Ma sarà la voglia di primavera e di uscite all’aria aperta, la prelibatezza di un dolce tutto giallo che richiama molto il periodo pasquale, la bellezza di un giardino e di un dolce che non si taglia, ma si rompe e si condivide assieme agli amici… che ho deciso di pubblicare per voi una ricetta classicissima ed un po’ alternativa alle colombe pasquali ed alle fugasse venete.

Preparate dunque la lista degli ingredienti e lasciatevi guidare alla scoperta di un abbinamento veramente speciale…

Torta Sbrisolona al Mais Marano, accompagnata al Prosecco Brut Bio La Costa

Ingredienti:

  • 200 gr. di farina di mais Marano;
  • 200 gr. di farina bianca 00;
  • 200 gr. di mandorle spellate;
  • 200 gr. di zucchero;
  • 200 gr. di burro;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • la scorza grattugiata di mezzo limone;
  • un pizzico di sale;
  • zucchero a velo;

≈≈≈

Preparazione della Sbrisolona al Mais Marano:

Setacciate la farina di Mais Marano assieme alla farina bianca oo, ammorbidire il burro e tritare le mandorle grossolanamente, conservandone alcune intere per la decorazione finale. Amalgamare tutti gli ingredienti con cura, finchè il burro risulterà ben assorbito e l’impasto si presenti sbriciolato.

Preparate una tortiera con il fondo foderato di carta forno ed in essa versate l’impasto, avendo cura di distribuirlo uniformemente e soprattutto di non schiacciarlo con le dita. Questo al fine di mantenere l’aspetto irregolare e ruvido che caratterizza questo dolce. Decorate infine la superficie con le mandorle tenute da parte, distribuendole in maniera casuale.

Infornate a 180° C. per una quarantina di minuti, finchè il dolce non risulti bello dorato in superficie.

Consigli per la presentazione:

La Sbrisolona si serve solitamente in un piatto centrale, ed il taglio della torta consiste nell’assestarle un colpetto al centro per romperla in diversi pezzi… Volendo dare un pizzico di regolarità a questo dolce potete comunque incidere dolcemente l’impasto prima della cottura, in maniera da romperla successivamente con un pizzico di uniformità. Chi inoltre vuole regalare a questo dolce un ulteriore tocco di squisitezza potrà servire, a fianco del piatto da portata, una coppetta con crema pasticcera delicata al limone.

La versione che qui proponiamo è interessante sia per le materie prime utilizzate, tutte vicentine ed in primis il Mais Marano, sia per l’abbinamento scelto per la Sbrisolona. L’accompagnamento di questo dolce, ricco di golosità, ben si abbina ad un vino come il nostro Prosecco Brut Bio La Costa. Fresco ed invitante vi avvolgerà il palato accompagnando il gusto dolce della sbrisolona ed il sentore del ruvido dell’impasto… Bon Appetit…

🙂

Una curiosità…

Lo sapete perchè il Mais viene chiamato Granturco o Granoturco?

Storicamente il mais è di origine sudamericana e rappresentava una delle componenti principali della cucina azteca e maia. Una storia curiosa lega il nome Granoturco ad una traduzione erronea…  “Wheat of Turkey“, ossia grano dei tacchini era la maniera in cui le popolazioni anglosassoni chiamavano il mais, ma un anonimo lo tradusse erroneamente in Grano Turco, stravolgendo l’origine iniziale di questa pianta.

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

25 marzo: Buon Compleanno Venezia…

Il Leone di San Marco

25 marzo

Domani sarà una data importante per tutti i Veneti!

Siamo nel 421 dC e secondo la tradizione in questo giorno venne consacrata la prima chiesa di Venezia: San Giacometo a Rialto.

Il 25 marzo di quel lontano anno iniziò dunque, secondo la leggenda, la storia di Venezia e della Serenissima e la creazione di una delle Repubbliche che più influì sulla storia dell’umanità. Un percorso storico lungo quasi 16 secoli, in cui i nostri nonni, con coraggio, decisero di sfidare le avversità di un territorio avverso come quello della Laguna Veneta riuscendo a creare sull’acqua una città ancora unica nel mondo.

Domani dunque Venezia compirà 1.591 anni ed è ancora una signora estremamente affascinante ed incantevole. Ricordiamoci di farle gli auguri e di brindare assieme a lei.

Noi lo faremo con il nostro Prosecco Brut Bio La Costa, uno dei vini classici del territorio veneto… Fresco, tutto Biologico e piacevole al palato, accompagnerà un buon brindisi in onore del nostro Leone di San Marco.

E approfittiamo per segnalarvi un paio di appuntamenti per il fine settimana, per immergersi nel patrimonio culturale Veneto.

Sabato 24 marzo:

NOTTURNO IN CASTELLO
Marostica (VI)
dalle ore 20.30 alle ore 22.30
Intrattenimento con visite guidate animate e musica medievale
Assaggi di prodotti tipici locali
Entrata libera

Scarica la Brochure: Notturno in Castello – 24 marzo, Marostica

Sabato 24 marzo, Domenica 25 marzo:

XII GRANDE FESTA MEDIEVALE 2012
Bevilacqua (VR)
Due giornate di festa con vari spettacoli
sbandieratori, musici, arcieri, frati alchimisti, ballerine, cavalieri, sputafuoco,
giullare Lorenciotto, giocolieri Giocojones,
La Compagnia del Nibbio, mercatino dei mestieri antichi
ed accampamento medievale

Consulta il programma qui

Un po’ di storia:

Se volete infine leggere un po’ della storia veneziana sul giorno della fondazione, vi lasciamo un documento tratto dagli Archivi di Stato Veneziani. Buona lettura da Cantina La Costa…

25 marzo, Buon Compleanno Venezia

♣♣♣

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Racconti nel calice: Mangiare Veneto

MANGIAR VENETO, di Amedeo Sandri, Maurizio Falloppi

Primo giorno di primavera…

E visto l’arrivo della bella stagione, delle prime uscite con il sole e delle prime letture in giardino, vi vorremmo consigliare un libro che abbiamo trovato veramente interessante.

Ma partiamo con la presentazione di uno dei due autori: Maurizio Falloppi, Consulente eno-gastronomico e Sommelier. Ieri, nel primo pomeriggio, abbiamo avuto la fortuna di averlo come ospite per una visita alle nostre cantine. Dopo due chiacchiere sui nostri vini biologici e sui libri dedicati ai veneti nel mondo, il sig. Maurizio ha voluto donarci una copia del suo libro.

MANGIARE VENETO, sette provincie in cucina

E’ un libro che ci è piaciuto un sacco in prima lettura, e ci sentiamo di consigliarvelo per svariati motivi. Innanzitutto perchè è il frutto di più di tre anni di lavoro di due autori estremamente qualificati e noti. Ma soprattutto perchè è il giusto mix fra la tradizione culinaria veneta, con le sue ricette più famose, i racconti sulle materie prime, ossia gli ingredienti ed i vini che ci rendono famosi nel mondo, e qualche curiosità che è sempre bello leggere magari durante la preparazione delle ricette.

Questo libro, ed il racconto estratto che ora pubblichiamo, vorremmo abbinarlo ad un vino speciale: il Prosecco Brut La Costa, da uve da Agricoltura Certificata Biologica. Fresco, brioso ed alcolico, come narrato nel racconto, ben vi accompagnerà alla scoperta dei tesori del Veneto, come le Moéche e Masenéte veneziane, l’Anguilla del delta del Po a Rovigo, la Gallina Padovana, i Torresani di Breganze a Vicenza, il Radicchio Trevigiano, gli Speck e Formaggi cadorini su a Belluno …e molto altro ancora.

Il Veneto, terra di tradizioni enogastronomiche

di M. Falloppi

Parlare di vino in Veneto è parlare di gioia, di convivialità quotidiana, di storie contadine che si perdono nei tempi antichi, di conclusioni di affari tra la gente contadina suggellate in un’osteria fra una stretta di mano ed un bicchiere di vino, di questa terra veneta di gente laboriosa che dalle valli alle pianure ha sempre lavorato la terra producendo prodotti enogastronomici famosi oggi in tutto il mondo. Vedi il radicchio di Treviso, l’Asparago di Bassano, il Formaggio di Asiago, la Grappa, l’Olio extravergine di Oliva del Lago di Garda ma soprattutto, producendo Grandi Vini.

Dalle colline arrivando alle pianure, nella provincia di Verona si producono i maggiori quantitativi di vino della regione, cominciando con il Vino Bardolino che si produce vicino allo splendido Lago di Garda, il microclima ideale per la vite. Inoltre si produce il Valpollicella, il Recioto Rosso della Valpollicella, l’Amarone, il Soave, il Recioto di Soave ed il bianco di Custoza.

Entrando poi in provincia di Vicenza, terra del famoso architetto Andrea Palladio, troviamo altrettante significative D.O.C. quali i Colli Berici con il Cabernet, il Merlot ed il Pinot bianco, i vini di Gambellara ed il Recioto di Gambellara, nei monti Lessini lo spumeggiante Brut di Durello, gran vino da aperitivo, e il Durello tranquillo da abbinare al piatto di Baccalà alla Vicentina, per poi arrivare alle colline di Breganze con i suoi Cabernet, il Merlot, il Vespaiolo D.O.C. ed il famoso Torcolato di Breganze, vino dolce da meditazione.

Entriamo poi in provincia di Padova, sui colli Euganei troviamo il famoso Moscato D.O.C., il Cabernet abbinato al “pollo ai ferri”, piatto tipico delle osterie padovane e alla succulenta “Gallina imbriaga”.

Passiamo quindi alla provincia di Treviso, dove nascono i vini della Marca Gioiosa, quali il Raboso del Piave, il Prosecco di Valdobbiadene e dei Colli di Conegliano, vino da aperitivo o da tutto pasto, che viene proposto in tutto il territorio trevigiano nei ristoranti e negli agriturismi della zona, ma ormai noto in tutto il mondo come vino facile da abbinare perchè fresco, brioso ed alcolico, adatto ai tempi moderni.

Infine la provincia di Venezia, dove in una campagna rigogliosa, la coltura dell’uva è favorita dal clima lagunare e marino, terreni molto sassosi, fanno si che troviamo l’interessante Tocai bianco di Lison Prà Maggiore, vino che si accosta meravigliosamente con la cucina veneziana, ricca di piatti a base di pesce, troviamo poi il Raboso, il Merlot ed il Cabernet.

I vini veneti stanno riscuotendo negli ultimi anni, come del resto in tutto il mondo, notevole interesse, ed ottenendo molto successo all’estero per la loro versatilità, vini freschi e giovani da abbinare in qualsiasi momento della giornata sia come aperitivi sia come vino da tutto pasto.

Un esempio, il Soave Classico, il Prosecco, il Durello Brut, vini che esprimono le caratteristiche del territorio veneto, la gioia, la freschezza, il carattere del popolo veneto, la schiettezza e la gioia di vivere, la franchezza e il carattere forte, come l’Amarone.

Brindiamo dunque per tutti i popoli del mondo all’amicizia e alla fraternità comune, alla valorizzazione delle nostre tradizioni enogastronomiche per il bene comune di tutti noi e delle generazioni future.

Cin Cin e buon vino a tutti,

Maurizio Falloppi

tratto da:
MANGIARE VENETO – sette provincie in cucina
di Amedeo Sandri, Maurizio Falloppi
edizioni Massimo Vicentini, 2009

♣♣♣

Un ringraziamento all’autore, per averci concesso di pubblicare una piccola parte del suo libro, e naturalmente speriamo possiate gustare al meglio questo libro accanto al nostro ottimo Prosecco Bio.

Un saluto ed arrivederci al prossimo racconto…

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Say “Bio”…

Say “BIO”

Prova a dire Biologico

…e ti racconteremo di un mondo ancora verde dove rispettiamo il ciclo naturale delle piante ed abbiamo cura dei terreni dove crescono; dove le nostre metodologie di coltivazione sono rispettose degli equilibri ambientali ed i vini che otteniamo sono piacere puro da condividere…

Se volete conoscere ancor di più sui nostri vini abbiamo preparato le nostre nuove schede tecniche, per informarvi al meglio sui nostri prodotti e per permettervi di gustarli al meglio.

Entrate nella pagina “I NOSTRI VINI” e divertitevi a scegliere l’etichetta migliore per la vostra serata, se poi avete bisogno di un consiglio in più per un abbinamento in cucina, o per fare un regalo ancor più speciale, siamo sempre a vostra disposizione…

E ve lo raccomandiamo… provate almeno una volta un prodotto biologico! Scoprirete la bellezza di un prodotto sano e naturale al 100%, ma soprattutto invitante e saporito…

Say Bio…

<<<CLICK>>>

🙂

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Quando a Thiene non c’erano i Fast Food, ghe gera le Osterie…

Vi aspettiamo martedi 13 marzo, ore 20:30...

Quand’ero studente ho avuto la fortuna di abitare nella meravigliosa città di Venezia. Ero abituato, come vuole la tradizione veneta, alle uscite rituali, verso le sei-sette di sera, per un aperitivo con gli amici nelle Osterie Veneziane. Le vere Osterie Veneziane: quelle dove l’oste sfoggiava piattini di cicchetti (antipastini irrestibili di pesce o carne…), una buona mescita di vini, l’immancabile ovo sodo a richiesta ed il tutto da consumare in piedi di fronte al bancone in legno antico.

Si parlava di economia, architettura, lingue orientali (i nostri indirizzi universitari…), si ascoltavano i discorsi dei veci, in dialetto rigorosamente veneziano, oppure ci si proponeva come cavalieri galanti con le povere turiste straniere, perse nei labirinti veneziani, per accompagnarle a vedere le bellezze della città. (Casanova docet…)

Osteria Dal Conte è un locale, aperto da alcuni mesi nel centro storico di Thiene, veramente piacevole e molto curato. Mi è piaciuto un sacco entrare e ritrovare un po’ l’ambiente e l’atmosfera che vivevo nelle mie uscite veneziane con gli amici. Ed è per questo che assieme a Silvia e Tony, i due ottimi gestori del locale, abbiamo pensato di organizzare una serata per riscoprire un po’ le specialità che trovavamo nei bacari veneziani. Riadattate alla cucina ed agli ingredienti vicentini…

Abbiamo il piacere dunque di invitarvi a questa serata molto particolare, in cui vi mostreremo la bellezza di riscoprire un’osteria in stile veneto, la bontà dei sapori vicentini DOP, il fascino dei vini da Agricoltura Biologica La Costa, da abbinare alle proposte, e naturalmente la simpatia di essere accompagnati a questa degustazione con tutti i nostri sorrisi…

Vi proporremo:

.

Risi e Bisi,

con Piselli di Lumignano e Pancetta Dolce

abbinamento: Prosecco Brut Bio – Cantina La Costa

Frittata Vicentina di primavera,

con Sopressa DOP, Asiago Mezzano DOP e Melissa

abbinamento: Masot DOC (2007) – Cantina La Costa

Involtini Asiaghesi al Porro,

con Funghi dell’Altipiano ed Asiago Stravecchio DOP

abbinamento: Cormit IGT (2007) – Cantina La Costa

Zaeti Veneziani,

Biscotti tradizionali con Farina di Mais e Frutta candita

abbinamento: Torcolato DOC Breganze (2007) – Cantina La Costa

♣♣♣

Segnate dunque in agenda:

Martedi 13 marzo, ore 20:30

Osteria Dal Conte – Thiene (VI)

Quando a Thiene non c’erano i Fast Food,

ghe gera le Osterie…

Serata alla riscoperta dei sapori e dei vini della tradizione Veneta

info: 0445/382661

e scaricate e condividete la locandina della nostra serata:

OSTERIA DAL CONTE – Martedi 13 marzo – ore 20.30

 
Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
 

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: