Festa dell’Uva 2011, Sarcedo (VI)

Festa dell'Uva 2011, Sarcedo

Settembre…

Tempo di vendemmia, di passeggiate nelle nostre strade di campagna annusando il profumo dei grappoli al sole e guardando l’ultimo scampolo d’estate prima dell’esplosione di colori e sfumature che ci riserverà l’autunno.

Se in questi giorni siete passati a fianco di qualche vigneto avrete sicuramente notato che l’uva ha raggiunto il suo massimo splendore e le cantine stanno iniziando la raccolta e la pigiatura dei grappoli.

Il momento è giusto per invitarvi alla Festa dell’Uva di Sarcedo.

Il programma è veramente interessante e vi invitiamo a tutte le serate ed agli eventi che ruoteranno attorno al Palatenda in centro a Sarcedo, alla vicina e bellissima Ca’ Dotta e, sabato mattina, all’interno dei vigneti della nostra Cantina La Costa.

Vi lasciamo il programma di tutta la manifestazione da scaricare ed i moduli per iscriversi alle serate: condivideteli con i vostri amici. Vi aspettiamo numerosi!

La Festa dell’Uva 2011 – Programma della manifestazione

Modulo di Iscrizione – Venerdi 9 settembre: Villa Ca’ Dotta “SPOSI SOTTO LE STELLE: LA VITE E L’ULIVO”

Modulo di Iscrizione – Sabato 10 settembre: “PASSEGGIATA TRA LE VIGNE E GLI ULIVI DELLA COLLINA BELMONTE”

La Festa dell’Uva

Sarcedo (VI)

gli ospiti di quest’anno:

GIOVEDI 8 SETTEMBRE

FRANCESCA NEGRI

Francesca, Dott.ssa in Lettere Moderne, è una delle giovani croniste emergenti dell’enogastronomia nazionale. La sua grande passione per la cucina ed il vino l’ha portata a diventare la firma enogastronomica dei dorsi trentini e altoatesini del Corriere della Sera e ad essere una delle penne di punta di riviste nazionali come Vie del gusto e Wine Passion. Firma ed ha firmato servizi anche per  Bell’Italia, Cucina Gourmet, A tavola, Papageno. Due volte Premio Selezione Bancarella della Cucina, nel 2008 e nel 2009, rispettivamente con La Storia nel Piatto – Trentino Alto Adige e Oro Giallo, editi da Curcu&Genovese, aggiunge ai suoi riconoscimenti anche il secondo posto al Premio Vino nella Letteratura di Santo Stefano Belbo con Il Menu del Vino (sempre Curcu&Genovese), con cui ha vinto il Bancarel’Vino 2010. E’ autrice anche per Gribaudo: nel 2010 ha pubblicato per la casa editrice del gruppo Feltrinelli Paolo Cappuccio. La cucina mediterranea e La grande cucina dell’Alpenroyal.
Quando non è in giro per il mondo a scoprire nuovi sapori e nuove storie da raccontare, la trovate tra i fornelli di casa a preparare sfiziose cenette gourmet oppure in cantina, per continuare ad imparare tutte le infinite storie del vino.

Al nostro invito ha risposto così:

Ho raccolto l’invito a partecipare a questo importante e prestigioso evento con grandissimo piacere, perchè portare in una kermesse così storica di modi “altri” di vivere e godersi il vino come propone Sex and the wine è un’occasione unica e denota una modernità del concept di questa rassegna, uno stare al passo con i tempi, seppur sempre con un legame stratto con le tradizioni, che sicuramente è tra i segreti del suo successo.

GIOVANNI BOTTAZZI

Giovanni Bottazzi ha 33 anni. Ha iniziato già a 16 anni a lavorare nel turismo, come animatore, accompagnatore, tourleader, autista, camerie ecc.
Dopo la laurea in Economia, ha cercato e trovato lavoro un pò di qua e di là d’Europa, passando un periodo in Germania agli inizi del 2000.

“Lavoravo prevalentemente in auto, con la quale facevo km e km su e giù per la Germania, Svizzera e Austria dai vari fornitori e clienti. Molti km, troppi… Mi sono detto: torno in Italia, e faccio qualcosa. Qualcosa che mi faccia andare PIANO. Qualcosa che vedo fare qua in Germania..apro un negozio di Kebab? mah, sarei stato forse il primo, però guardando ora, avrei troppa concorrenza. Ah, ecco, in Germania son campioni nel cicloturismo. E allora ho iniziato con le vacanze in bici, che poi sono diventate in barca, a piedi, con lo zaino.”

Il suo comune denominatore: vacanze facili, curiose, con il motto “non turisti, ma viaggiatori” sempre in testa. Zeppelin quindi propone vacanze attive per chi vuole stare in compagnia ed ha curiosità per il mondo che ci circonda.

VENERDI 9 SETTEMBRE

GIGLIOLA TRENTIN

Dott.ssa in Lettere e Filosofia ad indirizzo archeologico, appassionata del buon vino e del buon mangiare. Vi condurrà attraverso i miti e racconti cari ai popoli antichi alla scoperta di un matrimonio inedito da celebrare sotto le stelle. Teatro, musica, gastronomia e molto altro ancora saranno i temi di una serata veramente speciale.

DINA MORO

“Lo dico sempre: è stata tutta colpa di Goldrake e Capitan Harlock”

Dott.ssa in Astronomia e insegnante di Fisica e Matematica. Astrofila osservatrice di stelle variabili da quando aveva 16 anni, si laurea a Padova in astronomia, e presso la stessa università consegue anche il titolo di Dottore di ricerca in astronomia. Assieme al marito Paolo, anch’esso astronomo,  e al carissimo amico Roberto Cazzola costituiscono il trio di Sistema Planetario: “da più di quindici anni siamo impegnati in conferenze, corsi, lezioni, mostre, progetti di astronomia presso scuole e comuni del territorio. Collaboriamo con il Gruppo Astrofili di Schio e con numerose splendide persone impegnate a diffondere la cultura nel loro territorio, tra cui la mitica Gigliola Trentin. Quando non sono con la testa tra le stelle faccio la mamma e lavoro come docente di fisica e matematica.”

GIANLUCA MAROSO

Assaggiatore ufficiale di Olio d’Oliva;

FRANCA MIOTTI

Sommelier vino, Dott.ssa in scienze Politiche, indirizzo economico;

ADRIANO BOSCATO

Adriano è un fotoamatore impegnato, con alle spalle una lunga esperienza di autodidatta che gli ha consentito di conoscere profondamente la tecnica fotografica e di sviluppare un linguaggio espressivo originale. Nelle sue opere si può avvertire l’intensa e genuina passione per la fotografia, che lo spinge alla continua ricerca di nuove immagini, capaci di evocare e rappresentare i propri sentimenti e il suo rapporto personale con la vita.

Il suo percorso artistico lo porterà ad ottenere numerosi riconoscimenti ed affermazioni, sia in campo nazionale che internazionale, conseguendo quasi 700 premi, di cui oltre 200 primi premi.

Nel 1999 la F.I.A.F. gli conferisce il titolo A.F.I. (Artista Fotografo Italiano).

GRUPPO ASTROFILI SCHIO

SABATO 10 SETTEMBRE

MATTEO MARZARO

Agronomo esperto in Coltivazioni Biologiche. Laureato in Scienze e Tecnologie Agrarie presso l’Università di Padova, attualmente sta frequentando il Dottorato di Ricerca. Partecipa a convegni di importanza europea e ha già all’attivo parecchie pubblicazioni in ambito Agrario. Consulente presso la Società Agricola La Costa in tema di Coltivazioni Biologiche.

ERMES DE ROSSI

Amministratore Delegato ed Amministratore BIOS S.r.l, società per la certificazione delle coltivazioni biologiche;

ANGELA ROVERONI

Angela lavora presso la Biblioteca di Thiene, occupandosi con passione dei Laboratori Creativi con i bambini ed i ragazzi, delle Letture animate e della Letteratura per ragazzi.

Accompagnerà i più piccoli nelle attività del Laboratorio Didattico presso il parco dell’Az. La Costa.

La Festa dell’Uva

Sarcedo (VI)

le serate:

VENERDI 9 SETTEMBRE

Sonia Sipario Band

SABATO 10 SETTEMBRE

Scuola di Ballo - Balla Con Noi

Fiesta Latina, con Diaz Danila e DJ Carlos

DOMENICA 11 SETTEMBRE

La musica COME NA VOLTA

…che dire,

VI ASPETTIAMO!!!

♣♣♣

Rodolfo Moro
e tutto lo staff
di Cantina La Costa
Annunci

Tre ospiti veramente “speciali”…

Cantine La Costa e Castelvecchio per "Filo di Seta - Onlus"

Buongiorno a tutti… 🙂

A chi sta iniziando oggi a lavorare e a chi sta partendo finalmente per le meritate ferie!

Volevamo darvi una bella notizia che pensiamo possa essere utile in entrambi i casi, sia per ammorbidire un attimo il rientro al lavoro sia per alleggerire ancor di più le serate che vi aspettano in villeggiatura, magari con una bella cena .

Abbiamo tre nuovi ospiti speciali qui in cantina La Costa: la Cantina Castelvecchio di Sagrado (GO) ha messo a disposizione tre delle sue etichette migliori per contribuire alle attività del Centro Diurno Casa Enrico.

Ve li presentiamo volentieri:

TRAMINER AROMATICO

Vino molto elegante e caratteristico dall’aroma inconfondibile e personale. Il bouquet ampio ed armonioso, che ricorda i fiori, la rosa, il polline ed il miele, è arricchito da una nota di moscato. Il sapore è delicato, ampio e vellutato con una matura nota aromatica. L’abbinamento ottimale è con piatti delicati come antipasti di salmone, minestre leggere e cremose, formaggi e primi piatti alla panna.

Temperatura di servizio: 10° – 12°C

CASTEL ROSE’

Chi pensa che il rosa sia solamente per le donne si sbaglia! Il Castelrosèt di Castelvecchio è un brut rosè che accontenta il gramour femminile ma anche i palati maschili. Ottenuto solamente da uve di Terrano, vino autoctono del Carso noto già al tempo degli antichi romani, il Castelrosè è uno spumante unico nel suo genere. Si consiglia di berlo ghiacciato guardando il tramonto assieme ad una persona speciale.

Temperatura di servizio: 8° – 10°C.

MALVASIA ISTRIANA

Il clima del vicino mare e le caratteristiche del suolo carsico conferiscono a questo Malvasia un timbro personale ed una stoffa superba. La maturazione in bottiglia tende a indorare il colore paglierino. Il profumo particolare è caratterizzato da una leggera nota aromatica. Il sapore è elegante, vivace, maliziosamente sapido. Ottimo complemento a primi piatti con frutti di mare è l’ideale abbinamento per il pesce alla griglia.

Temperatura di servizio: 10° – 12°C.

≈≈≈

Che dire…

Vi aspettiamo qui in Cantina La Costa per una degustazione di questi tre fantastici vini e per poterli acquistare, siamo sicuri che vi regaleranno una serata speciale!

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

 

Assaggiare un vino… una passione seria (o quasi!)

Annusare il vino...

Ditemi la verità…

Almeno una volta nella vita vi è capitato di sorridere ascoltando un sommelier che, descrivendo un vino, trovava al suo interno gli aromi più svariati e particolari.

Non preoccupatevi, in parte siete giustificati!

Assaggiare un vino e riuscire a carpirne le caratteristiche, i profumi e le proprietà è un’arte che richiede anni di dedizione, passione ed allenamento. Un sommelier professionista prova in media molte etichette al giorno e sviluppa un percorso professionale che affina il suo palato ed i suoi sensi alla ricerca continua della perfezione.

Non bisogna stupirsi dunque se una persona racconta di un vino con sentori balsamici piuttosto che di frutti di bosco, oppure racconta di confetture di frutta o della potenza del goudrom. Il sommelier quando assaggia un vino e ve lo presenta, in realtà svolge un lavoro encomiabile a metà fra l’alchimista ed il critico.

"La Tempesta" (1505), Giorgione Gallerie dell'Accademia di Venezia

Proverò a spiegarmi meglio…

Immaginate il vino come un’opera d’arte: invece di essere ospiti di una cantina siete invitati presso le stupende Gallerie dell’ Accademia a Venezia ed invece di provare un vino siete di fronte ad una delle tele in assoluto più belle, la Tempesta del Giorgione.

Compito del sommelier sarà quello di accompagnarvi all’interno dell’opera d’arte: spiegandovi i personaggi principali del quadro (le essenze e le peculiarità) ed il loro ruolo (retrogusti e sentori in bocca), mostrandovi i particolari (le origini e la zona dei vigneti) e le curiosità del dipinto (metodi di produzione) fino ad aprire in voi una nuova interpretazione grazie alle chiavi di lettura appena donate. Un bel quadro diventa affascinante quando si scoprono i segreti che in esso nasconde ed invoglia ad essere curiosi verso nuove esperienze .

Provate dunque, per una volta, ad essere voi la guida che descrive un vino, inclinando bene il bicchiere per cogliere limpidezza, colori e sfumature, avvicinando il naso per sentirne i profumi e le essenze e gustandolo come merita in bocca per comprenderne l’acidità, i tannini e tutti i gusti che sprigiona. Certo, ci vuole un po’ di pratica, ma col tempo riuscirete a riconoscere le caratteristiche legate a quel vino e alle zone di provenienza, immergendovi in un mondo sempre più da riscoprire e valorizzare. Non prendetevi troppo seriamente però, il vino resta comunque un piacere da scoprire, meglio se in compagnia, ed il sorriso rimane una parte fondamentale in tutto questo.

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
 

≈≈≈

un sommelier con il sorriso…

→ Antonio Albanese – Il Sommelier

Fonte: YouTube

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: