Un secondo (rivisitato) per Natale: Brasato di Manzo al Masot

La Costa - Brasato di manzo al MasotBentornati nella cucina di Cantina La Costa

Ieri abbiamo preparato un secondo piatto fantasioso a base di pesce, ideale dunque per la sera della Vigilia di Natale. Oggi invece vorremmo proporvi un secondo piatto della tradizione piemontese, rivisitato però con il nostro Masot la Costa (2007).

Succulento, appetitoso, gustoso, saporito… Nessuna parola racconterà mai quanto sia speciale questa ricetta italiana, che necessita di una giornata di marinatura e molta passione nella preparazione. Ma il risultato è da lasciar senza parole, magari se accompagnato ad un morbido purè di patate, aromatizzato con poca noce moscata…

Vediamo assieme come prepararlo…

♣♣♣

BRASATO DI MANZO AL MASOT

accompagnato al Masot La Costa (2007)

Preparazione: media
Ricetta per: 6 persone
Cottura: 3 ore
Preparazione: dal giorno prima
Costo: medio

Ingredienti:

per il brasato:

  • 1 kg di polpa di manzo;
  • 60 gr di pancetta, tagliata a listarelle;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 30 gr di burro;
  • 1 mestolo di brodo;
  • 1 carota;
  • farina;
  • 1 bicchierino di vino Marsala;
  • sale e pepe.

per la marinatura:

  • una bottiglia di Masot La Costa (2007);
  • 1 cipolla;
  • 1 carota;
  • 1 costa di sedano;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 2 chiodi di garofano;
  • 1 foglia di alloro;
  • 3 grani di pepe.

≈≈≈

Preparazione:

   Iniziamo con una buona marinatura della carne. Dopo aver avvolto un bel pezzo di polpa di manzo con listarelle di pancetta e rondelline di carota, legate il tutto e adagiate la carne in una terrina di vetro. Unite tutti gli ingredienti e le spezie per la marinatura e versate dolcemente il Masot La Costa (2007). Riponete in un luogo fresco, ricordando ogni tanto di rigirate la carne per uniformare la marinatura e la frollatura.

   Togliamo la carne dalla marinatura. Il giorno successivo togliete la carne dal bagno di marinatura ed infarinatela per bene. Rosolatela in una casseruola con l’olio extravergine d’oliva. Togliete le verdure dalla marinatura e tagliatele a pezzettini piccoli e fatele imbiondire in una padella con poco burro. Aggiungete ora alla carne il liquido della marinatura, regolate di sale e pepe, grattugiati rigorosamente freschi da mulinello, e fate cuocere a fiamma bassissima per un paio d’ore.

   Aggiungiamo ora le verdure. Passate le due ore frullate a parte le verdure precedentemente imbiondite ed aggiungetele al liquido di marinatura, che ormai avrà iniziato a restringersi sensibilmente. Quando vedrete che la marinatura è evaporata quasi del tutto unite il brodo poco alla volta.

   Terminiamo la cottura. Lasciate sul fuoco, dall’aggiunta delle verdure, ancora per circa mezzora, un’ora al massimo, a seconda del vostro grado di cottura preferito. Terminato di cuocere, togliete la carne, affettatela e disponetela in un piatto da portata. Passate il liquido restante al setaccio e rimettetelo su di un fuoco dolce, aggiungete il vino Marsala, mescolate un attimo e unite al brasato nel piatto per umettarlo per bene.

   Un compagno di piatto perfetto sarà un soffice purè di patate appena preparato ed aromatizzato con una spolveratina di noce moscata.

Abbinamento:

   Il Brasato di manzo al vino rosso è uno dei piatti principe della cucina italiana. Per questo accostiamo con piacere il Masot (2007) La Costa. Elegante e nobile nei suoi profumi accompagnerà questa pietanza succulenta in tutte le sue sfumature di gusto regalandovi un piacere indescrivibile.

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Brasato di Manzo al Masot

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Un secondo (elegante) per Natale: Tortina di patate con cuore di baccalà

La Costa - Tortina di patate con cuore di baccalàBentornati in Cantina La Costa

La settimana scorsa abbiamo pubblicato alcune ricette per preparare alcuni antipasti colorati e fantasiosi assieme a dei primi piatti legati alla tradizione, ma bellissimi da presentare nel piatto. Tutte naturalmente sperimentate e devo dire buonissime…

Questa settimana vi proporremo due secondi piatti seguiti da alcune ricette dolci per un gran finale in tavola… Parole d’ordine saranno come sempre ingredienti e materie prime della tradizione, tanta fantasia e soprattutto facilità nella preparazione…

Oggi vi proponiamo una tortina di patate e baccalà che richiama molto la tradizione contadina veneta. Sarà un sole che illuminerà il vostro centrotavola al momento di servirla, un po’ come è successo nel mio centrotavola natalizio sabato sera…

La ricetta l’ho trovata su un giornale di cucina, mi ha incuriosito moltissimo ed ora vi spiego ben bene come prepararla…

♣♣♣

TORTINA DI PATATE
CON CUORE DI BACCALA’

accompagnati al Prosecco Brut Bio La Costa

Preparazionefacile
Ricetta per: 4 persone
Cottura: 45 minuti
Preparazione: 25 minuti
Costobasso

Ingredienti:

  • 400 gr di baccalà ammollato
  • 2 fette di pane morbido
    (senza la crosta)
  • 1 uovo
  • 2 patate medie
  • 250 dl di latte
  • 1 foglia di alloro
  • una spolverata di parmigiano reggiano
  • ½ arancia non trattata
  • 1 mazzetto di salvia
  • ½ spicchio d’aglio
  • 30 gr di burro
  • una spolverata di pepe nero macinato

in più:

  • una tortiera di 22/24 cm di diametro

≈≈≈

Preparazione:

   Iniziamo dedicandoci al baccalà. Private il baccalà della pelle e con attenzione levate tutte le lische. Vi potrebbe far comodo una pinzetta… Se il baccalà fosse ammollato e messo sotto sale, immergetelo in acqua fresca per almeno un’oretta in modo da far perdere il salato alla polpa del pesce. Tagliatelo a pezzettoni e metteteli in una casseruola con la foglia di alloro, coprite con il latte e fate cuocere a fuoco dolce per una ventina di minuti.

   Prepariamo ora le patate. Lavate e sbucciate le patate, tagliatele a metà nel senso più corto e ricavatene delle fettine di 3 mm di spessore. Rivestite una tortiera di carta forno, sia nel fondo sia nel bordo interno, spennellando eventualmente con poco burro fuso per migliorarne l’aderenza. Disponete le fettine di patata in piedi ai bordi della tortiera sormontandole leggermente (usate le fettine più grandi per un effetto migliore) mentre con le fettine più piccole rivestite con uno strato il fondo, un po’ come fare un piccolo mosaico…

   Ed ora il ripieno. Sgocciolate il baccalà e frullatelo assieme all’uovo, al pane privato della mollica, al mezzo spicchio d’aglio ed a qualche fogliolina di salvia. Versate il composto al centro della tortiera distribuendolo per bene. Se avete avanzato qualche fettina di patata utilizzatela per decorare la superficie. Dovreste ottenere un bel sole giallo al centro, con le patate ai bordi a farne da petali o raggi… Spolverate il tutto con il parmigiano reggiano e una grattugiatina di pepe nero fresco.

   La cottura. Preriscaldate il forno ed infornate a 200° C per 25/30 minuti, fino a quando le patate assumeranno un bel colore ed il parmigiano formerà una golosa crosticina in superficie. Lasciate riposare per una decina di minuti terminata la cottura, quindi rimuovete con delicatezza il bordo dello stampo e servite su di un piatto da portata. Decorate la torta con scorzetta d’arancia non trattata e foglioline di salvia fritte nel burro.

Abbinamento:

   Una ricetta a base di baccalà come questa richiede uno spumante che ben si abbini ad un piatto giustamente equilibrato tra il sapido della polpa di pesce ed il delicato della patata. Consigliamo il nostro Prosecco Brut Bio La Costa per donare la giusta dose di bollicine che esalteranno al meglio questa portata.

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Tortina di patate con cuore di baccalà

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: