Un secondo (elegante) per Natale: Tortina di patate con cuore di baccalà

La Costa - Tortina di patate con cuore di baccalàBentornati in Cantina La Costa

La settimana scorsa abbiamo pubblicato alcune ricette per preparare alcuni antipasti colorati e fantasiosi assieme a dei primi piatti legati alla tradizione, ma bellissimi da presentare nel piatto. Tutte naturalmente sperimentate e devo dire buonissime…

Questa settimana vi proporremo due secondi piatti seguiti da alcune ricette dolci per un gran finale in tavola… Parole d’ordine saranno come sempre ingredienti e materie prime della tradizione, tanta fantasia e soprattutto facilità nella preparazione…

Oggi vi proponiamo una tortina di patate e baccalà che richiama molto la tradizione contadina veneta. Sarà un sole che illuminerà il vostro centrotavola al momento di servirla, un po’ come è successo nel mio centrotavola natalizio sabato sera…

La ricetta l’ho trovata su un giornale di cucina, mi ha incuriosito moltissimo ed ora vi spiego ben bene come prepararla…

♣♣♣

TORTINA DI PATATE
CON CUORE DI BACCALA’

accompagnati al Prosecco Brut Bio La Costa

Preparazionefacile
Ricetta per: 4 persone
Cottura: 45 minuti
Preparazione: 25 minuti
Costobasso

Ingredienti:

  • 400 gr di baccalà ammollato
  • 2 fette di pane morbido
    (senza la crosta)
  • 1 uovo
  • 2 patate medie
  • 250 dl di latte
  • 1 foglia di alloro
  • una spolverata di parmigiano reggiano
  • ½ arancia non trattata
  • 1 mazzetto di salvia
  • ½ spicchio d’aglio
  • 30 gr di burro
  • una spolverata di pepe nero macinato

in più:

  • una tortiera di 22/24 cm di diametro

≈≈≈

Preparazione:

   Iniziamo dedicandoci al baccalà. Private il baccalà della pelle e con attenzione levate tutte le lische. Vi potrebbe far comodo una pinzetta… Se il baccalà fosse ammollato e messo sotto sale, immergetelo in acqua fresca per almeno un’oretta in modo da far perdere il salato alla polpa del pesce. Tagliatelo a pezzettoni e metteteli in una casseruola con la foglia di alloro, coprite con il latte e fate cuocere a fuoco dolce per una ventina di minuti.

   Prepariamo ora le patate. Lavate e sbucciate le patate, tagliatele a metà nel senso più corto e ricavatene delle fettine di 3 mm di spessore. Rivestite una tortiera di carta forno, sia nel fondo sia nel bordo interno, spennellando eventualmente con poco burro fuso per migliorarne l’aderenza. Disponete le fettine di patata in piedi ai bordi della tortiera sormontandole leggermente (usate le fettine più grandi per un effetto migliore) mentre con le fettine più piccole rivestite con uno strato il fondo, un po’ come fare un piccolo mosaico…

   Ed ora il ripieno. Sgocciolate il baccalà e frullatelo assieme all’uovo, al pane privato della mollica, al mezzo spicchio d’aglio ed a qualche fogliolina di salvia. Versate il composto al centro della tortiera distribuendolo per bene. Se avete avanzato qualche fettina di patata utilizzatela per decorare la superficie. Dovreste ottenere un bel sole giallo al centro, con le patate ai bordi a farne da petali o raggi… Spolverate il tutto con il parmigiano reggiano e una grattugiatina di pepe nero fresco.

   La cottura. Preriscaldate il forno ed infornate a 200° C per 25/30 minuti, fino a quando le patate assumeranno un bel colore ed il parmigiano formerà una golosa crosticina in superficie. Lasciate riposare per una decina di minuti terminata la cottura, quindi rimuovete con delicatezza il bordo dello stampo e servite su di un piatto da portata. Decorate la torta con scorzetta d’arancia non trattata e foglioline di salvia fritte nel burro.

Abbinamento:

   Una ricetta a base di baccalà come questa richiede uno spumante che ben si abbini ad un piatto giustamente equilibrato tra il sapido della polpa di pesce ed il delicato della patata. Consigliamo il nostro Prosecco Brut Bio La Costa per donare la giusta dose di bollicine che esalteranno al meglio questa portata.

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Tortina di patate con cuore di baccalà

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Una ricetta da brividi per Halloween: Vellutata di Zucca accompagnata al Masot

Mamma mia, alla fine il freddo è arrivato!

Stamattina salgo in macchina e mezzo assonnato imbocco il vialetto d’uscita per venir qui a Casa Enrico, guardo un attimo le nostre montagne… Oddio è scesa la prima neve!

Uno spettacolo! Con il pensiero ero già alle piste da sci, alle pattinate sul ghiaccio, alle passeggiate nei bei centri storici di montagna per spesine e shopping… Ma un bel pensierino è andato anche ad uno dei miei ingredienti preferiti di tutto l’anno: dolce, coloratissima, dal gusto delicato stiamo parlando ovviamente della zucca.

Principessa indiscussa fra le verdure, in questo periodo autunnale, è un ingrediente in cucina veramente versatile che si presta a zuppe, torte salate, ripieni per la pasta fresca…

E per festeggiare Halloween assieme agli amici vi proporremo, per i tre giorni che mancano alla serata più spettrale dell’anno, tre ricette a base di zucca:

Lunedì seraVellutata di zucca
Martedì seraTortelli alla zucca e amaretti
Mercoledì sera Crostata di zucca

.

Stasera inizieremo con una ricetta da brividi per Halloween: Vellutata di Zucca accompagnata al Masot…

♣♣♣

VELLUTATA DI ZUCCA accompagnata al MASOT

.

Ingredienti

  • 500 kg di zucca;
  • 3 patate grosse;
  • 1 cipolla poco più piccola di 1 patata grossa;
  • Sale o un Dado da cucina;
  • Pepe;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Pane a fette;
  • prezzemolo o erba cipollina, a seconda del vostro gusto.

≈≈≈

Preparazione

   In una pentola mettete a soffriggere a fuoco vivace la cipolla con l’olio extravergine d’oliva. Quando inizierà ad essere dorata aggiungete le patate e successivamente la zucca tagliate precedentemente a dadini.

   Unite un bicchiere d’acqua al composto ed un dado vegetale, abbassate il fuoco e lasciate stufare e sobbollire per alcuni minuti.

   Aggiungete un litro d’acqua controllando che tutte le verdure siano ben coperte, eventualmente potete aggiungerne ancora un po’, coprite la pentola con il coperchio e lasciate bollire mescolando di tanto in tanto.

   Lasciate il tutto a fuoco appena vivace per una ventina di minuti, per dare alla patata il tempo di cuocersi per bene.

   Nel mentre tagliate alcune fette di pane a dadini e saltateli in padella con poco olio d’oliva finché saranno leggermente abbrustoliti.

   Passati i 20 minuti, spegnete il fuoco della zuppa, prendete un mini-pimer e tritate per bene le verdure. Fatto? Bene, ora lasciate a fuoco vivace per altri 5-10 minuti.

Come servirla

   Servite in un piatto caldo, con i dadini di pane abbrustolito, un po’ di olio extra, un po’ di pepe e decorando con prezzemolo fresco tritato o erba cipollina tagliata a piccoli filetti.

Personalmente accompagnerei questa vellutata con un buon calice di Masot La Costa (2007), un ottimo abbinamento in questi primi giorni freschi d’autunno.

Arrivederci a domani per la ricetta dei Tortelli alla zucca e amaretti

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: