Un antipasto (Finger Food) per Natale: Cestini di benvenuto

La Costa - Cestino di benvenuto ai salumi e formaggiVi sono piaciute le ricette per gli antipasti dei giorni scorsi?

Concludiamo oggi la piccola rassegna degli antipasti per le festività di Natale con una preparazione Finger Food. Il Finger Food comprende tutto il cibo che solitamente si mangia con le mani o con un limitatissimo uso di postate e, nelle sue varie forme, ben si abbina alle occasioni formali, ma soprattutto alle occasioni informali come pranzi e cene di famiglia o con gli amici…

Quella di oggi è una preparazione semplicissima e di grande effetto. Noi la proponiamo in versione “vicentina”, con prodotti locali del nostro territorio, ma lasciamo naturalmente spazio alla vostra fantasia. Un’unica particolarità: un golosissimo Salame ai fichi secchi e pistacchi ad arricchire il tutto…

♣♣♣

CESTINI DI BENVENUTO

accompagnati al Prosecco Brut Bio La Costa

Preparazione: facile
Ricetta per: 6 persone
Tempo: 30 minuti
Costo: medio

Ingredienti:

per il salame ai fichi secchi e pistacchi:

  • 150 gr di fichi secchi;
  • 300 gr di gherigli di noci;
  • 150 gr di mandorle sgusciate;
  • 150 gr di pistacchi
    (meravigliosi quelli di Bronte)
  • 10 gr di semi di anice;
  • 10 gr di cacao amaro in polvere;
  • 30 gr di miele;
  • zucchero a velo.

per il cestino:

  • grissini al kamut, olive…
    (quelli che più vi piacciono);
  • alcune fettine di Speck di Asiago DOP;
  • alcune fettine di Sopressa di Valli del Pasubio DOP;
  • triangolini di Formaggio Asiago DOP;
  • alcune fettine di prosciutto cotto;
  • insalata valeriana.

≈≈≈

Preparazione:

   Iniziamo dal salame ai fichi secchi. Tostate leggermente le noci e le mandorle in forno in maniera che sprigionino tutto il loro profumo. Passate i fichi secchi pian piano al tritacarne o al mixer per ridurli in pasta e successivamente passateli in una terrina. Aggiungete le noci e le mandorle tritate grossolanamente, i pistacchi interi, i semi di anice e iniziate ad impastare con le mani. A parte mescolate il miele con il cacao amaro ed aggiungetelo all’impasto. Amalgamate per bene il tutto finchè non risulterà un impasto omogeneo. Con l’aiuto di un foglio di carta forno date all’impasto la forma rotonda di un salame, spolverando con poco zucchero a velo per decorarlo con la tipica muffa nobile dei salumi.

   Adesso impiattiamo. Con i grissini creiamo un cestino alternando i lati di posa degli stessi come in fotografia, ne serviranno circa dieci per ogni cestino. Creiamo un letto di valeriana sul fondo di ogni cestino e iniziamo a comporre i piatti: due o tre scaglie di formaggio Asiago DOP al primo angolo, una fetta di sopressa DOP al secondo, un nido di speck DOP Asiago al terzo ed infine un nido di prosciutto cotto nell’ultimo. Sistemate gli ingredienti in maniera colorata ed ariosa così da riempire per bene il cestino. Aggiungete infine al centro una o più fettine del salame ai fichi secchi e pistacchi che completerà la composizione..

Abbinamento:

   Terminiamo la carrellata degli aperitivi con un vino italiano che si abbina in maniera eccellente: il Prosecco Bio La Costa.
In un piatto composto da una pluralità di ingredienti, che passano dal dolce del formaggio al saporito dello Speck di Asiago, serve un’etichetta che li possa accompagnare tutti. Niente di meglio dunque di uno spumante Brut per accordare i vari gusti e portare un tocco di bollicine sulla vostra tavola.

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Cestini di benvenuto

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
Annunci

Una ricetta (veneziana) per Natale: Quadretti di polenta gialla al Baccalà mantecato

Un antipasto veneziano per Natale - Crostini di pane al Baccalà mantecatoUna delle cose più affascinanti in una passeggiata veneziana è naturalmente rifugiarsi un qualche bàcaro, meglio se in qualche calle nascosta e dimenticata dal turismo, e scoprire le meraviglie della gastronomia veneziana.

Venezia non possiede una propria cucina, come poteva d’altronde crearsela… Nata e cresciuta su piccole barene di sabbia, le sue risorse di sostentamento erano incentrata sulla pesca, abbondante in laguna,  su sporadiche battute di caccia e su piccole coltivazioni nei pochi terreni fertili.

Preferì dunque affidarsi ai prodotti ed agli ingredienti di tutto il mondo che quotidianamente venivano importati dalle genti e dai mercanti via nave. Un esempio è la Castradina (schiavona), le spezie ed il caffè (oriente), la cioccolata… e naturalmente il Baccalà, importato in città da una lontana isola Norvegese dal Capitan Pietro Querini (leggi la storia qui…)

Il Baccalà è la materia prima eccezionale ottima per un antipasto che si trova nei migliori bàcari veneziani: il Baccalà mantecato. Una crema di baccalà che si accompagna perfettamente a quadrettini di polenta abbrustolita o, se non amate la polenta, a crostini di pane caldo.
Vediamo assieme come prepararlo:

♣♣♣

QUADRETTI DI POLENTA GIALLA AL BACCALA’ MANTECATO

accompagnati al Prosecco Brut Bio La Costa

Preparazione: facile
Tempo: circa un’ora
Costo: un po’ altino (ma ne vale assolutamente le pena)

Ingredienti per 4 persone:

  • circa 250 gr di polpa di Baccalà,
    già bagnato e diliscato;
  • 200/250 gr circa di olio extravergine di oliva;
  • una foglia di alloro;
  • ½ limone;
  • sale e pepe;
  • prezzemolo tritato;
  • uno spicchio d’aglio (…a piacere);
  • alcune foglioline di rucola per decorare.

in più…

  • una buona polenta di farina gialla,
    tagliata a cubetti ed abbrustolita;
  • …oppure fettine di pane da una baguette francese,
    riscaldate per renderle appetitose e  croccanti;
  • una tazza del liquido di cottura.

≈≈≈

Preparazione:

   Tagliate il baccalà a liste e mettetelo in una pentola. Copritelo d’acqua fredda  leggermente salata e portate ad ebollizione. Quando l’acqua inizierà a sobbollire aggiungete la foglia di alloro ed il ½ limone e cuocete per 20 minuti. Ne dovrà risultare una polpa tenera adatta alla lavorazione successiva.

   Togliete il baccalà dalla pentola, levate con delicatezza la pelle ed inseritelo in una terrina. Lasciate intiepidire…

   Ora dovremo mantecarlo! Con un cucchiaio di legno iniziate a mescolare il baccalà aggiungendo un filo d’olio. L’importante è mescolare con delicatezza dando il tempo all’olio di assorbirsi. La misura dell’olio dipende dalla qualità del pesce che state lavorando.

   Non usate mai il frullatore o il robot da cucina con le lame in acciaio, al limite potete utilizzare, se siete di fretta, la planetaria, ma alla velocità minima. Il cucchiaio di legno resta comunque la via migliore in quanto vi permetterà di ottenere una crema omogenea con qualche pezzettino di polpa intera all’interno della crema.

   Aggiustate di sale e pepe e, se necessario, in finale di lavorazione con poca acqua di cottura.

Come servirlo:

   Spalmate la crema ottenuta su cubetti di polenta caldi o fettine di pane abbrustolito, decorate con prezzemolo tritato con l’aggiunta, a vostro piacere, di pochissimo aglio tritato. Per colorare il piatto infine decorate con alcune foglioline di Rucola.

Abbinamento:

   Il baccalà mantecato si abbina alla perfezione ad uno spumante brut come il nostro Prosecco Bio La Costa. D’obbligo tra l’altro anche nelle migliori osterie veneziane…

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Quadretti di polenta gialla al Baccalà mantecato

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Il Natale si avvicina: un pensiero carino per voi…

La Costa Christmas Cake

La Costa Christmas Cake

Ci siamo…
Natale si sta avvicinando, le prime lucine  spuntano alla sera nelle case, si vedono sorrisi un po’ ovunque nonostante un periodo non proprio sereno, si pensa ad un mondo di regalini per le persone a cui si vuole bene…
Ed un pensiero carino vorremmo farvelo anche noi di Cantina La Costa!

Il Natale è un po’ l’occasione speciale per passare del tempo assieme alle persone a cui vogliamo bene. Dai ricordi di ognuno è semplice ritrovare le immagini della preparazione dei pranzi di Natale: chi cucinava, chi decorava, chi faceva gli assaggini prima di arrivare in tavola…

Per questo abbiamo pensato che sarebbe bello regalarvi una ricetta al giorno… Idee semplici, da provare assieme al vostro compagno o compagna, amico/a, i vostri figli o con una persona che non sentite da un po’, così avrete la scusa di rivedervi per un the assieme…

Dagli antipasti colorati ai secondi succulenti, passando tra primi piatti invitanti e dolcetti fatti a mano che saranno la gioia dei vostri occhi, il tutto assieme ai nostri piccoli segreti per preparare queste ricette e agli abbinamenti ai nostri vini strepitosi, in particolare al Masot La Costa ed al nostro Prosecco Brut Bio.

Vi diamo appuntamento:

…a domani per scoprire le stagionalità di Dicembre;

…e a sabato 8 dicembre quando per tradizione si preparerà l’albero di natale e scopriremo assieme la prima ricetta.
(un suggerimento: sarà un antipasto buonissimo, molto in voga nelle osterie veneziane e da abbinare al nostro Prosecco Bio)

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Auguri di Buon Natale da Cantina La Costa e Casa Enrico

Il presepe dei ragazzi di Casa Enrico a Fara Vicentino (VI)

Il Natale, è una festa che deve essere per tutti: grandi e piccini.

E’ fatta per stare insieme, per aspettare l’arrivo di un bimbo speciale e per ricordarsi ancora una volta quanto ci sia bisogno di bene e di pace in questo mondo…

Il Natale è per chi è ricco e chi è povero; lui, che è lassù e sta per nascere, non vuole distinzioni, non vuole litigi e non vuole ne conflitti e tanto meno l’odio. Quel piccolino vorrebbe che si facesse di più per la sua nascita, vorrebbe tante cose belle.

Da lassù lui ci vuole mandare un messaggio importante e speciale che dobbiamo impegnarci tutti a trovare. Proviamo ancora una volta a rendere felici noi e le persone che amiamo e trasformeremo questa giornata di festa in un momento che non dimenticheremo mai.

Vi auguriamo a nome di tutto lo staff di Cantina La Costa e soprattutto a nome di tutti i ragazzi ospiti di Casa Enrico un gioioso natale, sperando che vi porti tutta la serenità del mondo e che vi circondi un mare di sorrisi.

Vi aspettiamo inoltre nei prossimi giorni a Casa Enrico per visitare il presepe preparato interamente dai ragazzi speciali del Filo di Seta Onlus, preparato all’interno del nostro Casello Storico per la preparazione del formaggio… Si sono impegnati per mesi per riprodurre la Villa che ospita al Centro Diurno ed il risultato è veramente unico e da vedere.

Vi aspettiamo, e tanti auguri ancora di buon natale…

 
Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
 

Orari per la visita al nostro presepe:

Martedi 27/12
Mercoledi 28/12
Giovedi 29/12
Lunedi 02/01
Martedi 03/01
Mercoledi 04/01
Giovedi 05/01
 
dalle ore 9:30 alle ore 16:00
 

Alcune foto del nostro presepe:

foto di Daniele Simonato

Casa Enrico nel presepe

Attrezzi di Lavoro

Un particolare

Le casette di contorno al presepe

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: