Un primo (morbido) per Natale: Gnocchetti di patate con crema di Asiago DOP

La Costa - Gnocchetti con crema di Asiago DOPSabato mattina in Cantina La Costa, fuori piove e fa un po’ freschino… Il tempo ideale per provare una ricetta per Natale che vi scalderà il cuore.

Quello che vi proponiamo oggi è un piatto semplice, ma che vi porterà ai gusti della vostra infanzia: il dolce delle patate, il morbido dei gnocchetti uniti al saporito di un buon Asiago d’allevo DOP, una spruzzatina leggera di erba cipollina…

Riconoscerete il profumo di questo piatto ad occhi chiusi! Strepitoso…

Vi accompagniamo nella preparazione anche con una ricetta per i gnocchetti, è un bel momento trovarsi tutti intorno ad una tavola infarinata chiacchierando mentre si preparano. Se siete di fretta potete naturalmente acquistarli già pronti…

♣♣♣

GNOCCHETTI DI PATATE CON
CREMA DI ASIAGO DOP

accompagnati al Masot (2007) La Costa

 

Preparazione: facile
Ricetta per: 4 persone
Cottura: 25 minuti
Preparazione: 45 minuti
Costo: basso

Ingredienti:

per gli gnocchetti di patate:

  • 1 kg di patate;
  • 300 gr di farina;
  • 1 uovo;
  • un pizzico di sale.

per la crema di Asiago DOP:

  • 150 gr di Asiago d’allevo DOP;
  • 500 gr di latte;
  • 30 gr di farina;
  • 30 gr di burro.

per decorare:

  • erba cipollina a filini.

≈≈≈

Preparazione:

   Iniziamo con le patate. Lavate per bene e mettete a cuocere le patate, con la buccia, in una pentola d’acqua salata. Quando saranno ben lessate (circa 25 minuti), scolatele e sbucciatele ancora calde. Con l’aiuto di uno schiacciapatate riducetele in poltiglia su una spianatoia di legno, allargatele un attimo ed apritele a fontana come se fosse la comune farina. Lasciate intiepidire un attimo e poi aggiungete la farina setacciata, l’uovo sbattuto leggermente ed un pizzico di sale.

   Impastiamo il tutto. Con le mani iniziate ad amalgamare il tutto partendo dall’esterno verso il centro. Se necessario aggiungete un po’ di farina per aiutarvi nella lavorazione, ne dovrà risultare un impasto omogeneo di buona consistenza. Mi raccomando, lavorate l’impasto abbastanza velocemente altrimenti le patate si ammorbidiranno troppo. Lasciate riposare sulla spianatoia a temperatura ambiente per una decina di minuti.

   Prepariamo gli gnocchi. Dividete l’impasto in tanti filoni e tagliate a tocchetti di 2-3 cm. Iniziate a preparare gli gnocchetti con l’aiuto di un rigagnocchi o, se non l’avete in casa, con i rebbi della forchetta o il retro di una grattugia da formaggio. Riponeteli sulla spianatoia infarinata in attesa della cottura.

   Ed ora la crema di Asiago DOP. Prendete l’Asiago e togliete la crosta, grattugiatelo e mettetelo a macerare nel latte per una ventina di minuti. Trascorso il periodo trasferite il tutto in un pentolino e portate dolcemente al bollore. Nel frattempo prendete un pentolino, sciogliete il burro ed incorporate poco alla volta la farina setacciata. Utilizzate una frusta per questa operazione, mescolando per bene in maniera che non si formino grumi. Quando la farina sarà ben assorbita ed il latte raggiungerà il bollore unite il tutto, sempre utilizzando la frusta, per miscelare gli ingredienti. Appena la salsa raggiungerà nuovamente il bollore e si addenserà togliete dal fuoco e se necessario aggiustate di sale.

   Infine cuciniamo e serviamo. Mettete a bollire una pentola di acqua salata, e fate cuocere gli gnocchi, scolandoli appena riaffiorano in superficie. Saltate gli gnocchetti con la crema di Asiago DOP per un minuto in padella e serviteli in piatti caldi, spolverizzandoli con poca erba cipollina tritata.

Abbinamento:

 Gli gnocchetti di patate con crema di Asiago DOP riscaldano il cuore… E’ un piatto buonissimo che merita un vino elegante come compagno di tavola. Ci permettiamo di consigliarvi il Masot (2007) La Costa: la snellezza e la morbidezza di uno dei Merlot migliori d’Italia ben accompagneranno la crema di Asiago DOP, coccolando dolcemente il dolce degli gnocchi di patate.

Scarica e conserva la ricetta,
o regalala ad un’amica o un amico:
La Costa – Gnocchetti di patate
con crema di Asiago DOP

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

 

Annunci

Una ricetta da brividi per Halloween: Vellutata di Zucca accompagnata al Masot

Mamma mia, alla fine il freddo è arrivato!

Stamattina salgo in macchina e mezzo assonnato imbocco il vialetto d’uscita per venir qui a Casa Enrico, guardo un attimo le nostre montagne… Oddio è scesa la prima neve!

Uno spettacolo! Con il pensiero ero già alle piste da sci, alle pattinate sul ghiaccio, alle passeggiate nei bei centri storici di montagna per spesine e shopping… Ma un bel pensierino è andato anche ad uno dei miei ingredienti preferiti di tutto l’anno: dolce, coloratissima, dal gusto delicato stiamo parlando ovviamente della zucca.

Principessa indiscussa fra le verdure, in questo periodo autunnale, è un ingrediente in cucina veramente versatile che si presta a zuppe, torte salate, ripieni per la pasta fresca…

E per festeggiare Halloween assieme agli amici vi proporremo, per i tre giorni che mancano alla serata più spettrale dell’anno, tre ricette a base di zucca:

Lunedì seraVellutata di zucca
Martedì seraTortelli alla zucca e amaretti
Mercoledì sera Crostata di zucca

.

Stasera inizieremo con una ricetta da brividi per Halloween: Vellutata di Zucca accompagnata al Masot…

♣♣♣

VELLUTATA DI ZUCCA accompagnata al MASOT

.

Ingredienti

  • 500 kg di zucca;
  • 3 patate grosse;
  • 1 cipolla poco più piccola di 1 patata grossa;
  • Sale o un Dado da cucina;
  • Pepe;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Pane a fette;
  • prezzemolo o erba cipollina, a seconda del vostro gusto.

≈≈≈

Preparazione

   In una pentola mettete a soffriggere a fuoco vivace la cipolla con l’olio extravergine d’oliva. Quando inizierà ad essere dorata aggiungete le patate e successivamente la zucca tagliate precedentemente a dadini.

   Unite un bicchiere d’acqua al composto ed un dado vegetale, abbassate il fuoco e lasciate stufare e sobbollire per alcuni minuti.

   Aggiungete un litro d’acqua controllando che tutte le verdure siano ben coperte, eventualmente potete aggiungerne ancora un po’, coprite la pentola con il coperchio e lasciate bollire mescolando di tanto in tanto.

   Lasciate il tutto a fuoco appena vivace per una ventina di minuti, per dare alla patata il tempo di cuocersi per bene.

   Nel mentre tagliate alcune fette di pane a dadini e saltateli in padella con poco olio d’oliva finché saranno leggermente abbrustoliti.

   Passati i 20 minuti, spegnete il fuoco della zuppa, prendete un mini-pimer e tritate per bene le verdure. Fatto? Bene, ora lasciate a fuoco vivace per altri 5-10 minuti.

Come servirla

   Servite in un piatto caldo, con i dadini di pane abbrustolito, un po’ di olio extra, un po’ di pepe e decorando con prezzemolo fresco tritato o erba cipollina tagliata a piccoli filetti.

Personalmente accompagnerei questa vellutata con un buon calice di Masot La Costa (2007), un ottimo abbinamento in questi primi giorni freschi d’autunno.

Arrivederci a domani per la ricetta dei Tortelli alla zucca e amaretti

:-)

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

Una ricetta: Risotto ai Mirtilli e Masot

Il Masot incontra il risotto ai mirtilli

Oggi vorremmo insegnarvi una ricetta facile facile per le serate estive e vorremmo dedicarla ad un’amica trentina appena conosciuta che un po’ l’ha ispirata: come lei è fresca e leggera, si presta a chiacchierate con gli amici e porta con se un bel sorriso appena la si incontra.

Come sempre pronti ad una spesa veloce e via ai fornelli che prepareremo un risotto veramente speciale.

Risotto ai Mirtilli e Masot

Ingredienti:

  • 320 gr. di riso Vialone Nano o Carnaroli, ottime le qualità di Grumolo delle Abbadesse (VI) o di Isola della Scala (VR);
  • 200 gr. di mirtilli freschi Bio;
  • 1 litro di brodo vegetale;
  • 50 gr. di burro;
  • 1 bicchiere di Masot “La Costa” (2007);
  • 1 cucchiaio di erba cipollina.

In più, per decorare:

  • mirtilli freschi Bio;
  • alcuni steli freschi di erba cipollina.

≈≈≈

Preparazione

Innanzitutto il brodo vegetale:

Mettete in un litro d’acqua abbondante una cipolla, una carota pulita e sbucciata ed una costa di sedano. Portate ad ebollizione dolcemente e lasciate bollire per una ventina di minuti. Una volta pronto il brodo vegetale, regolate di sale ed abbassate al minimo il fuoco, mantenendo il tutto al caldo fino alla preparazione del risotto.

Dedichiamoci ora ai mirtilli:

Tenetene da parte alcuni di freschi per la decorazione finale, il restante puliteli dolcemente senza schiacciarli e poneteli in una casseruola con una noce di burro. Cuoceteli a fuoco dolcissimo per una decina di minuti o comunque fino a quando li vedrete morbidi.

Ed ora il risotto:

Fate fondere il burro restante in una casseruola, mettete il riso e fatelo tostare assieme all’erba cipollina, a fuoco moderato. Sfumate con un bicchiere di Masot (2007), lasciando evaporare per bene la parte alcolica, ed iniziate ad aggiungere poco per volta il brodo vegetale. A parte frullate i mirtilli cotti in precedenza con un mixer ad immersione. Quando il riso è quasi cotto, aggiungete la purea di mirtilli passandola attraverso un colino e terminate la cottura aggiungendo se necessario un ultimo mestolo di brodo.

Infine la mantecatura:

Spegnete il fuoco ed unite un’abbondante noce di burro, mescolando dolcemente per farla sciogliete con il calore del risotto. Mantecate il tutto e lasciate riposare  un minuto prima di portare il tutto in tavola.

Come impiattarlo:

Servitelo su di un piatto di portata decorato con i restanti mirtilli freschi e con qualche stelo di erba cipollina.

.

Il Masot “La Costa” (2007), utilizzato anche nella preparazione, ben si affianca a questa ricetta per la sua natura fruttata e molto elegante. Il profumo e le sensazioni che sprigionerà in bocca saranno ottimi compagni per la serata speciale che state organizzando e meritevoli per un risotto come questo: estivo ed invitante! 🙂

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: