Assaggiare un vino… una passione seria (o quasi!)

Annusare il vino...

Ditemi la verità…

Almeno una volta nella vita vi è capitato di sorridere ascoltando un sommelier che, descrivendo un vino, trovava al suo interno gli aromi più svariati e particolari.

Non preoccupatevi, in parte siete giustificati!

Assaggiare un vino e riuscire a carpirne le caratteristiche, i profumi e le proprietà è un’arte che richiede anni di dedizione, passione ed allenamento. Un sommelier professionista prova in media molte etichette al giorno e sviluppa un percorso professionale che affina il suo palato ed i suoi sensi alla ricerca continua della perfezione.

Non bisogna stupirsi dunque se una persona racconta di un vino con sentori balsamici piuttosto che di frutti di bosco, oppure racconta di confetture di frutta o della potenza del goudrom. Il sommelier quando assaggia un vino e ve lo presenta, in realtà svolge un lavoro encomiabile a metà fra l’alchimista ed il critico.

"La Tempesta" (1505), Giorgione Gallerie dell'Accademia di Venezia

Proverò a spiegarmi meglio…

Immaginate il vino come un’opera d’arte: invece di essere ospiti di una cantina siete invitati presso le stupende Gallerie dell’ Accademia a Venezia ed invece di provare un vino siete di fronte ad una delle tele in assoluto più belle, la Tempesta del Giorgione.

Compito del sommelier sarà quello di accompagnarvi all’interno dell’opera d’arte: spiegandovi i personaggi principali del quadro (le essenze e le peculiarità) ed il loro ruolo (retrogusti e sentori in bocca), mostrandovi i particolari (le origini e la zona dei vigneti) e le curiosità del dipinto (metodi di produzione) fino ad aprire in voi una nuova interpretazione grazie alle chiavi di lettura appena donate. Un bel quadro diventa affascinante quando si scoprono i segreti che in esso nasconde ed invoglia ad essere curiosi verso nuove esperienze .

Provate dunque, per una volta, ad essere voi la guida che descrive un vino, inclinando bene il bicchiere per cogliere limpidezza, colori e sfumature, avvicinando il naso per sentirne i profumi e le essenze e gustandolo come merita in bocca per comprenderne l’acidità, i tannini e tutti i gusti che sprigiona. Certo, ci vuole un po’ di pratica, ma col tempo riuscirete a riconoscere le caratteristiche legate a quel vino e alle zone di provenienza, immergendovi in un mondo sempre più da riscoprire e valorizzare. Non prendetevi troppo seriamente però, il vino resta comunque un piacere da scoprire, meglio se in compagnia, ed il sorriso rimane una parte fondamentale in tutto questo.

Rodolfo Moro
Cantina “La Costa”
Villa Enrico
Fara Vicentino (VI)
 

≈≈≈

un sommelier con il sorriso…

→ Antonio Albanese – Il Sommelier

Fonte: YouTube

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

CANTINA LA COSTA

...ti aspettiamo per una visita a Villa Enrico!

Punto Vendita e Degustazione:
Via Bordalucchi, 3 - Fara Vicentino (VI)
Tel. 0445-397080 (c/o Casa Enrico)
Fax. 0445-398266
P. IVA 03107780243

www.cantinalacosta.com

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA

Ente Certificatore: BIOS_S.r.l. - MAROSTICA (Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: